Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Quattro idee per riciclare i tappi!

Sembrano piccoli e insignificanti, sembra che servano solo per tappare le bottiglie... invece i tappi per bottiglie hanno molte vite e molte facce!!! Io adoro i timbrini e le trottole!!!
Lascio qui queste 4 idee per riciclare i tappi e rinnovo l'invito al linky party.

Gioco con le Carte

"Mamma giochiamo a rubamazzo?"
"Amore sei sicuro, chi ti ha insegnato questo gioco?"
"Nonna"
"E hai capito come si gioca?"
"Certo si fa così"
.....

mollette chiudi pacco

Una nuova ondata di mollette chiudi pacco si è abbattuta a casa mia!

Dopo gli esperimenti con la pasta di sale e con la passamaneria di qualche tempo fa sono tornata a usare le mollette da bucato come chiudi pacco!

ricicliamo i tappi: un porta chiavi

E' da un po' che in casa nostra si conservano i tappi delle bottiglie di plastica.
Ogni tanto li tiro fuori e, mentre io penso a come utilizzarli, lo Gnomo li usa per giocare alle costruzioni.
Questa volta però un'idea mi è venuta e il risultato mi piace anche.

Creare, decorare, arredare e viaggiare con i tessuti:
un porta merenda

E' con somma gioia che presento l'ultimo nato della mia macchina da cucire



Il porta merenda per la scuola dello Gnomo!
Per realizzarlo ho riciclato una tovaglia plastificata che mi si era bucata (e se c'è una cosa che non sopporto sono le tovaglie di plastica bucate!).Come fodera ho usato una stoffa di cotone.



Forse mi sono tenuta un po' larga con le misure, ma, quando ho tagliato, non avevo lo zainetto a portata di mano (sono anche andata un po' storta con le cuciture, ma per fortuna lo Gnomo non protesta!).

Senza divagare troppo, ecco qui come ho fatto.

Ho tagliato due rettangoli uguali di stoffa che  ho cucito dritto contro dritto (ho lasciato uno dei due lati corti aperto per poter girare il lavoro.


Una volta girato il rettangolo ho piegato la stoffa e cucito la tasca, con lo stesso filo ho anche ribattuto tutto il bordo a zigzag e qui sono arrivati i dolori: la stoffa plastificata scorreva male sotto la macchina da cucire e io sono andata storta con le cucitu…

Impariamo viaggiando: che cos'è l'eco

Più diventa grande, lo Gnomo, e più diventa curioso e chiede spiegazioni. Siamo in piena fase del "perché" e del "che significa" e certe volte è veramente dura rispondere!

Questa estate siamo andati a fare una gita al Lago Santo.

Oltre a essere un lago molto bello ha anche una caratteristica: ha un' acustica eccezionale. Arrivati a metà del sentiero del lungolago in uno dei rari momenti in cui lo Gnomo è stato zitto, abbiamo sentito distintamente quello che si stavano dicendo due signore dall'altra parte del lago.

Stavo facendo notare allo Gnomo questa magia che ... BAM BAM BAM un signore ha fatto risuonare la sua voce in un formidabile eco.

La domanda è venuta da sé: "che cos'è questo rumore?" "perchè si sente questa voce così forte, che io ho anche un po' paura?!"

La risposta è stata immedia: "amore non ti preoccupare, questo è l' eco"

La successiva domanda non poteva che essere "e che cos'è l'eco?&q…

4 idee per riciclare le bottiglie di plastica

Ogni tanto faccio un giretto su Pinterest (che mi diverto) e scopro qualche cosa che mi piace molto, ma che probabilmente non riuscirò mai a realizzare!!!

Panelle..

...ovvero frittelle di farina di ceci. Sono buone calde e croccanti mangiate in mezzo al pane. Sono facili e veloci da realizzare e si mangiano altrettanto velocemente.
Questa è una ricetta palermitana da me adottata 9 anni fa e che ogni tanto faccio con piacere:

250 gr di farina di ceci
750 ml di acqua
sale
una manciata di prezzemolo tritato

Procedimento:
ho fatto sciogliere la farina di ceci nell'acqua per bene per non far formare i grumi


Ho messo la pentola sul fuoco e ho continuato a girare. A questo punto si può aggiungere il sale (basta ricordarselo) e dopo poco il prezzemolo.
L'impasto è pronto quando è compatto e si stacca dalla pentola.
A questo punto va velocemente spiaccicato sul tavolo (finchè è caldo si può modellare, ma attenzione perchè si fredda velocemente)


Ho poi tagliato la pasta in rettangoli e ho fritto



E questo è il risultato (crudo perchè non ho fatto in tempo a fare le foto dopo averle fritte!!!)


Con questo post partecipo al Lynky Party di Topogina

cornice di legno con conchiglie

Briciole di fine estate, quando finendo di mettere a posto ti ritrovi tra le mani le conchiglie che tu e lo Gnomo avete raccolto sulla spiaggia ... cosa farne?

Ci ho pensato su, poi ho trovato nel fondo di un cassetto una cornicetta di legno grezzo e mi è venuta un'idea.

Visita all'"Ecomuseo della montagna pistoiese: itinerario della vita quotidiana"

A noi piace visitare i musei. Non è vero che i bambini al museo si annoiano, è vero che si annoiano se non viene a loro spiegato nulla, se li si lascia passivi e se non li si coinvolge (sia prima che dopo la visita).
Per questo motivo mi piace andare a scovare i musei delle arti e dei mestieri. Spesso sono musei piccoli e con pochi visitatori, ma sono delle vere e proprie miniere di sapere e cultura popolare.

ricicliamo le bottiglie di plastica: un porta pennarelli

Sono ufficialmente entrata nel loop del riciclo! Se non si può fare a meno di avere cose che non servono più in casa, perché non riutilizzarle e non dare loro nuova vita anziché buttarle nella spazzatura? E' così che è nato questo porta pennarelli!

Per realizzarlo sono bastate:  la base di una bottiglia di plasticaun po' di gomma crepla (veramente poca)colla geltaglierinoformine per pasta da modellare Per prima cosa ho tagliato la bottiglia a misura di pennarello.  Ho poi tagliato le sagome del trenino con il taglierino (la gomma crepla è morbida e basta fare un po' di pressione con la formina per lasciare il segno!). Ho incollato il trenino con la colla gel.
Se volete partecipare a questo linky party del riciclo ecco le istruzioni: dovere inserire il link del  post (che ha come tema il riciclo delle bottiglie di plastica) nella pagina dei commenti. Non occorre avere un progetto inedito: può essere anche vecchio, basta che sia a tema con l'argomento e al suo interno sia r…

Un'estate da girovaga!!

Questa è stata un'estate come non succedeva da anni (da quando è comparso il primo puntino dello Gnomo nella mia pancia!).
Ci siamo riposati, ci siamo divertiti, abbiamo visto tanti posti belli e interessanti, abbiamo girato un po' l'italia senza l'incubo del " che cosa diamo da mangiare allo Gnomo" perché tanto ormai non ha più problemi neanche a mangiare un pezzo di pizza in autostrada; senza il vasino sempre pronto in macchina (come avevamo l'anno scorso); senza passeggino (perché non ci spaventa più fare camminate lunghe), ma anche con tanta tanta curiosità e tanta voglia di scoprire, di imparare e di divertirci!

da jeans a borsette!

Il mio piccolo contributo per il mercatino di fine anno della scuola dell'infanzia che frequenta lo Gnomo.
L'idea è delle maestre, io sono stata mera esecutrice!

Ricicliamo

Il mio buon proposito settembrino!
Ecco come funziona questo linky party.
A partire dal 6 settembre e ogni 2 settimane lancerò il tema del riciclo.
Chi vuole condividere i propri post è il benvenuto basta che l'argomento sia inerentecon quello proposto me.

Non occorre che siano post inediti, l'importante è condividere.

Non ci sonoscadenze: i link ai vostri post verranno da me inseriti in questa pagina e suddivisi per argomento. 

Mi raccomando partecipate!!!