Passa ai contenuti principali

Riuso creativo: ghirlanda di natale con vecchi tovaglioli


Non potevo rinunciare all'appuntamento annuale  di riuso creativo che Linee Curve porta avanti già da cinque anni! 

Questa è la settimana europea per la riduzione dei rifiuti e qui sul blog sono in pieno clima di preparazione al Natale. Perché allora non unire le due cose?


Da una recente risistemazione delle tovaglie ho trovato tantissimi tovaglioli di stoffa non più utilizzabili perché rotti o macchiati o perché, più banalmente, non esisteva più la tovaglia. Io raramente butto la stoffa, perché potrebbe sempre servire anche solo per tirare via la polvere.

Con tre di questi tovaglioli ho realizzato questa ghirlanda!

Ecco come ho fatto.

Con del fil di ferro ho creato un cerchio che è diventato la base della mia ghirlanda.

Ho preso dalla busta tre tovaglioli (uno bianco, uno bianco con dei disegni su un angolo e uno rosso), ho tolto loro i bordi e li ho ridotti a listarelle larghe 2 cm e lunghe all'incirca 10 cm.



Ho poi cominciato ad annodarle, con doppio nodo, sul fil di ferro seguendo il ritmo tre pezzi chiari e un pezzo rosso continuando così per tutta la circonferenza dell cerchio.

Il risultato finale è questo qui: una colorata, disordinata ma soprattutto riciclosa ghirlanda natalizia!



























Commenti

  1. Grazie per aver partecipato anche quest'anno a "Tante idee per un riuso creativo". La tua ghirlanda natalizia è davvero una ottima idea di recupero che sono sicura in tante riprodurranno a loro modo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la splendida iniziativa!!!

      Elimina
  2. Bellissima e riciclosissima! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La busta delle pezze da spolvero ringrazia!

      Elimina
  3. Interessante iniziativa, non la conoscevo.
    Forte la ghirlanda, ma i pezzettini di stoffa non sono rifiniti, giusto? Non mollano filetti da tutte le parti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No la stoffa non è rifinita, ma il cotone, se tagliato di netto, non sfilaccia... e poi non è che devi stare lì tutto il giorno a toccarla ;)

      Elimina
  4. Ma che bella idea Barbara! E "riciclosa" come piace a me!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  5. Una bellissima idea riciclosa!!
    Spesso se sono bianchi restano macchiati di vino..Questo è un bel modo per farli continuare a vivere!!

    un baciotto
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li avevo messi in varechina per sbiancarli e li ho ritirati con i buchi!!! Altro che macchie di vino!!!!

      Elimina
  6. Ho fatto anch'io delle ghirlande simili, ma a forma di cuore, utilizzando scampolini di stoffa. La tua è sicuramente più riciclosa, brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuela, le tue stoffe saranno state sicuramente più belle e pregiate delle mie ;)

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Giocare con i libri: Pezzettino con i mattoncini di mais

Mi piace lavorare e pasticciare con lo Gnomo, soprattutto quando il rapporto è paritario e lavoriamo in sinergia.
Questa volta io ho proposto di giocare con i mattoncini di mais e lo Gnomo ha proposto di ricostruire i personaggi del libro di Lionni "Pezzettino" con i mattoncini.

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?