Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

L'Ometto cresce e i giochi cambiano

Io lo sapevo che questo momento prima o poi sarebbe arrivato... lo sapevo che avrebbe acquistato l'autonomia di giocare da solo, di costruire cose da solo.
Sapevo anche che prima o poi sarebbero entrati in casa anche i giochi elettronici. E' anche giusto così, intendiamoci, il motto è sempre stato "si deve giocare con tutto e con tutti" e non è che si può perdere credito e negare l'ingresso dei giochi elettronici in casa.

Ecco magari devo impegnarmi e non mostrarmi subito per quella che sono ovvero una imbranata cronica che non è capace a giocare.

Mi dicono, comunque che negli anni la tecnologia si è evoluta e che ora ci sono dei giochi divertentissimi che funzionano con un telecomando semplice da usare e senza fili. No perché io l'ultima volta che ho giocato ho usato questo coso qui, qualcuno se lo ricorda? Ed ero anche bravina.




Poi è arrivato il joysticked è stata la mia fine come giocatrice tecnologica.

Può essere che questa volta imparo anche io a gioc…

Di estate e di programmi futuri

Avrei voluto mantenere il blog attivo anche nel mese di agosto, avrei voluto avere più tempo per scrivere, per creare, per pasticciare con i colori e con gli oggetti.

Avrei voluto fare tante cose ... in parte ci sono riuscita e in parte no. E da sabato sarò lontana dal blog. Un mese intero in "modalità mamma" con il telefono come unico elemento tecnologico e con un quadernino sul quale prendere appunti, scrivere progetti, scrivere post.

A me piace viaggiare leggera: carta, penna e macchina fotografica.

Qui sul blog ci rivedremo a Settembre intanto se volete potete seguirmi su InstagramFacebook e Google+.

Insomma, non sparisco, cambio casa per un po' e prometto di tornare con un quaderno pieno di idee e di progetti per il prossimo autunno!

Buone vacanze a tutti...

#handmasummernights: centrotavolacon le pigne

Se non sono riuscita, per mancanza di tempo, a partecipare all' Hand made Summer , di certo non potevo saltare anche il secondo appuntamento targato The Creative Factory.


E allora eccomi a parlare di estate e a presentarvi il centrotavola realizzato con le pigne e pensato per illuminare le cene estive.

Che si sa, in questo periodo si sta più volentieri all'aria aperta che al chiuso, ma mnnon per questo dobbiamo apparecchiare la tavola in modo meno curato!

E poi a me piacciono i centrotavola tanto quanto le candele...

Tutto è nato da una passeggiata in pineta durante la quale ho cominciato a raccogliere pigne, legnetti e pezzi di corteccia trovati a terra lungo il mio percorso.

Ho messo il mio carico di materiale prezioso in una busta e ho portato tutto a casa e ho cominciato a pensare come potevo fare per utilizzarlo.

Ho tirato fuori dall'armadio un sottopentola di sughero chw non avevo mai utilizzato e che per moto tempo è rimasto in bilico tra l'armadio e la pattumi…

Sere d'estate

A me piace accendere le candele. Mi piace farlo d'invero come d'estate. Mi piace farmi ipnotizzare dalla fiamma.

E se d'inverno le candele sono grandi, colorate e profumate, d'estate preferisco la luce soffusa delle tealight da accendere la sera, dopo il tramonto. Che poi, a cercare bene, anche le tealight si trovano profumate.

lavori in casa: smalto nuovo per i caloriferi

 Dopo un anno e mezzo dal trasloco non possiamo certo dire di aver finito i lavori dentro casa. Possiamo dire di aver messo mano a tutti i lavori urgenti, questo sì...

Il fatto è che appena si sistema e si aggiusta una cosa ne salta subito all'occhio un'altra!

#autoproduzione: amarene sciroppate

Ci sono profumi, sapori che accompagnano la tua infanzia e che da grande ti viene voglia di ricercare, ricreare.

Quando ero piccola nella casa di campagna mia nonna preparava le amarene sciroppate e io mi ritrovavo circondata da vasi di vetro pieni di amarene e di zucchero che maceravano al sole.

Materiali per lavoretti a costo zero: dove trovo le conchiglie

Il tema è di quelli scottanti, me ne rendo conto! Quanto si spende per far divertire in modo creativo i nostri bambini?

Se non si fa attenzione, si può spendere anche molto tra colori, basi di cartone fustelleate, colle glitterate, carta e cartoncini.

In realtà, con qualche accortezza, si può spendere veramente poco (o niente), i lavoretti proposti saranno ugualmente molto belli e creativi e i bambini si divertiranno ugualmente un mondo!!!

Basta guardarsi un po' in torno per scoprire che le nostre case sono piene di materiale creativo non convenzionale!


Nelle prossime settimane cercherò di mostrarveli un po' tutti. Intanto, se vi fate un giretto qui sul blog, potete vedere che il cartone da imballaggio può diventare un pratico taccuino da viaggio!

A casa nostra tutto si ricicla, molto si distrugge, poco si butta (soprattutto se si tratta di carta e cartone!).

Veniamo, però, al progetto di riciclo di oggi!

Quante volte avete visto in rete dei bellissimi lavoretti realizzati co…

restyling jeans: da lunghi a corti

Facendo il cambio di stagione, qualche tempo fa, mi è venuto tra le mani un paio di jeans comodissimo ma che ormai mostrava i segni del tempo che passa. Avete presente quei vestiti che sono come una seconda pelle? Perfetto questo pantalone è stato per molto tempo la mia seconda pelle. Per questo motivo non me la sono sentita di toglierlo definitivamente di mezzo e ho deciso di concedergli una seconda vita.

L'ho lavato, stirato, guardato bene e ho deciso che potevo provare a farlo diventare da corto a lungo.

Ora vi spiego come ho fatto.

Ho misurato dal fondo dei pantaloni 40 centimetri.


 Ho messo gli spilli e ho tagliato.

Sempre partendo dal fondo ho misurato 10 centimentri e ho messo gli spilli. Questa sarà la misura che servirà per il risvolto dei pantaloni.

E ho creato il risvolto. Normalmente il risvolto dei pantaloni non si va così. Sì fa l'orlo ai pantaloni e si rigira l'orlo che poi viene fermato ai lati dove coi sono le cuciture con dei piccoli punti invisibili. Na…

Cannucce e fischietti luminosi per un aperitivo d'estate

Sarà perché fa caldo e la voglia di bere si fa sentire a tutte le ore del giorno e della notte.
Sarà perché d'estate si è portati a stare di più all'aria aperta e la voglia di incontrarsi e organizzare una serata in compagnia è più forte che in inverno.
Sarà perché a me tutto quello che è fluorescente mette allegria.

Per tutti questi motivi quando ho ricevuto la proposta di collaborare con Braccialetti Fluo ho accettato con entusiasmo la loro proposta.