Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

#Proustadtrip, io gioco e voi?

Non è il primo questionario del genere che compilo. Avevo già partecipato all'iniziativa di Malanotteno e mi ero veramente divertita a rispondere alle domande del questionario di Proust. Era il 2013 e vi dirò che rileggendo ora il post non cambierei le risposte che avevo dato allora.

Quando questa mattina ho acceso il pc e mi sono ritrovata a leggere il post di Silvia non ho avuto dubbi. Ho salvato il post nei preferiti e ho cominciato a pensare alle risposte. Le domande sono molto diverse da quelle di Malanotteno. Il questionario è incentrato sui libri e sul viaggio econsiderato il fatto che noi quando viaggiamo partiamo con uno zaino pieno di libri, direi che sono proprio stata invitata a nozze!

Se non sapete di che cosa sto parlando, il questionario di Proust è una serie di domande volte a conoscere i gusti e le aspirazioni personali di chi vi risponde. Non si tratta di un test psicologico, poiché non è corredato di interpretazioni di alcun genere; ha il solo scopo di conoscer…

Insieme Raccontiamo 18: il treno

Non riesco a stare per tanto tempo lontana dalla iniziativa di Patricia. Mi diverto troppo a scrivere i finali dei suoi racconti.

Ogni tanto il tempo di scrivere mi sfugge da sotto le mani, però il blog di Patricia lo considero un porto sicuro a cui approdare.

Mettiamoci poi che i suoi incipit sono uno più bello dell'altro...

...Ok sviolinata finita!

Di amicizia, lealtà e ... vampiri!

Li ho divorati da bambina, avrò avuto 9/10 anni. Mi sono immersa nelle storie di Anton, Rudiger e Anna: ho riso, mi sono commossa e qualche volta anche un po' spaventata.

Ero riuscita a leggerne 3 su quattro, poi i libri erano finiti fuori catalogo e non ero più riuscita a recuperare il quarto.


Quando, poco tempo fa ho letto la notizia che avrebbero stampato di nuovo tutti e quattro i volumi non ho avuto alcun dubbio: li avrei comprati tutti e quattro insieme e li avrei riletti insieme allo Gnomo.
E così è stato! 

Ispirazioni&Co - Oceano: un faro nell'oceano

Pronti per il nuovo tema di Ispirazioni&Co.?
Vi siete divertiti il mese scorso a parlare di cioccolato?
Ebbene questo mese si cambia completamente tema: abbiamo deciso di lasciarci ispirare dall'oceano e dallo sciabordio dell'acqua.
Perché a Federica e a me piace giocare, piace diverirci e piace stupirvi!

Intanto che voi cominciate a pensare alle vostre ispirazioni io vi mostro la mia.

Io alla parola oceano associo il faro che illumina nella notte, che traccia la via.
Quando sono andata in Olanda, tanti anni fa sono rimasta stregata non tanto dai mulini a vento, quanto dai fari: coni rovesciati vicino a spiagge infinite.

Ho provato a costruire un faro a casa, con quello che avevo a disposizione e devo dire che il risultato mi soddisfa.


Il materiale occorrente per il faro:

cono di polistirolobaratolo di omogenizzatocandela tealight (meglio, molto meglio se elettrica, ma io non l'ho trovata)cuttercolori acrilicicolla a caldo Il faro non è altro che un cono rovesciato. Cos…